Revolution, you follow?

Come anticipato qui, ho deciso di dare una nuova struttura a questa pagina e di dedicarle del tempo in maniera abbastanza scrupolosa. Il lavoro e lo studio non consentiranno una dedizione incredibile ma voglio essere costante e organizzato, e credo che il modo migliore per iniziare a farlo sia definendo bene cosa troverà posto qui e cosa invece per il momento se ne starà altrove.

Traendo spunto dalle persone più interessanti che conosco ho da sempre coltivato molti interessi in maniera più o meno attiva: scrivo dall’età di cinque anni, suono da quando ne avevo quindici, pratico alcune arti marziali dall’inizio di questo millennio. Frequento lo stesso gruppo di GdR dal 2003, ovvero da quando ho iniziato a frequentare la facoltà di Ingegneria. Sono convinto che nel suo piccolo anche una scimmietta possa lasciare il segno, se poggia la zampa nel posto giusto e al momento giusto. Niente di tutto questo però conta all’interno di questo blog, dal momento che qui troveranno spazio principalmente due filoni di articoli così definiti:

  1. Ars et Labor: si tratta di una raccolta di pensieri in cui cercherò di spiegare con parole molto semplici e con analogie meravigliose e zeppe di creatività concetti di cui tutti sentiamo parlare ma che molti sotto sotto non capiscono. Prenderò spunto dalla mia vita professionale e dalla mia formazione, dirigendo i miei sforzi principalmente verso tematiche tecnico-scientifiche (vedi “Ingegneria” sopra) e verso temi che definirei gestionali (dal momento che per lavoro mi occupo di Product Management e che frequento una business school).
  2. Come io vedo il mondo: una cosa che mi è sempre piaciuto fare è sputare sentenze, cosa che non paga molto e che mi potrebbe mettere nei guai. Ripiego dunque su una versione light che mi consente anche di dare sfogo alla mia vena creativa, raccontando quello che mi capita e quello che mi colpisce durante i miei viaggi (ma anche quando me ne sto comodamente seduto sulla mia sedia da ufficio Ikea).

C’è poi una categoria Varie ed Eventuali, in cui troveranno spazio comunicazioni di servizio come questa: idealmente dovrebbe rimanere una categoria molto ridotta, altrimenti vorrà dire che non avrò fatto bene il mio lavoro di pianificazione. In quel caso poco male: basterà cambiare rotta. Di periodicità non ne parliamo per ora: è lunedì ed è già difficile iniziare la settimana senza darci delle scadenze.

Ora per favore fate partire questa canzone, e allontanatevi pieni di entusiasmo per affrontare l’ultima settimana di giugno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...